/

Servizi

Nella nostra Farmacia trovi un'ampia gamma di servizi per la tutela della tua salute e partecipar a iniziative legate alla prevenzione, al benessere e alla bellezza.

Colesterolo HDL

La determinazione del valore di colesterolo HDL nel sangue viene eseguita in pochi minuti in farmacia con un semplice prelievo su un polpastrello. È consigliato il DIGIUNO dalla mezzanotte prima dell'esame.
Le HDL sono delle importantissime lipoproteine, capaci di legare il colesterolo in eccesso e veicolarlo al fegato favorendone lo smaltimento e prevenendone l'accumulo: ecco perché è importantissimo che i valori di HDL-COLESTEROLO, il cosiddetto “colesterolo buono”, siano compresi tra 40 e 80 mg/dl: maggiore risulta questa frazione, minore è il margine di rischio cardiovascolare.

Colesterolemia HDL e rischio cardiovascolare

mg/dL mmol/L Interpretazione

<40 se uomo

<50 se donna

<1.03 Bassa colesterolemia HDL, aumentato rischio cardiovascolare
40-59 1.03-1.55 Colesterolemia HDL nella norma
>60 >1.55 Elevata colesterolemia HDL, condizione ottimale che protegge dal rischio cardiovascolare

Colesterolo Totale

Presso la nostra farmacia è possibile eseguire l'autoanalisi su sangue capillare per la determinazione dei livelli plasmatici di COLESTEROLO TOTALE: bastano poche gocce prelevate da un polpastrello in modo indolore, e, in POCHI MINUTI è possibile conoscere la risposta.
Consigliamo di presentarsi a DIGIUNO dalla mezzanotte, per evitare possibili interferenze nei valori, provocate dall'assunzione ravvicinata di cibo.
È importante eseguire con una certa costanza i controlli: ogni 2-3 mesi nel caso in cui si stiano valutando gli eventuali benefici ottenuti dall'assunzione di un integratore o di una cura farmacologica fino a stabilizzazione; annuali negli altri casi (per esempio chi fa uso di farmaci, come la pillola contraccettiva, o chi per lavoro è costretto a mangiare spesso fuori, chi presenta obesità, diabete, ipertensione).
Il COLESTEROLO è un alcol di grande utilità per il nostro organismo: modula la fluidità delle membrane cellulari, è un precursore di alcune sostanze ormonali e della vitamina D, e contribuisce alla composizione della bile. Tuttavia valori elevati possono predisporre ad importanti patologie principalmente a carico del cuore e del sistema circolatorio. Occorre tuttavia sottolineare che, per definire meglio il RISCHIO CARDIOVASCOLARE, oltre alla quantità totale di colesterolo, è importante conoscere le sue frazioni: il COLESTEROLO HDL, comunemente definito “colesterolo buono” ed il COLESTEROLO LDL o “colesterolo cattivo”.
I livelli sanguigni di colesterolo totale dovrebbero essere mantenuti al di sotto di 200mg/dl. Valori più elevati vanno monitorati.

 

Colesterolo totale e rischio cardiovascolare

mg/dL mmol/L Interpretazione
<200 <5.2 Valori desiderabili
200 - 239 5.2 - 6.2 Colesterolo totale vicino ai valori limite che delineano l'eccesso
>240 >6.2 Valori eccessivi

Emoglobina glicata

Il controllo del valore ematico dell'emoglobina glicata, può essere eseguito in farmacia con un semplice prelievo su sangue capillare.
La DURATA dell'esame è di qualche minuto ed è in grado di fornire la quantità di emoglobina glicata, cioè quella frazione di emoglobina legata al glucosio: questo valore è tanto maggiore quanto più alta è la glicemia e non viene influenzato dal cibo assunto il giorno prima. Fornisce cioè l'andamento medio della glicemia negli ultimi 2-3 mesi.
Non necessita quindi di un preventivo digiuno di almeno 8 ore come l'esame normale della glicemia: prima del prelievo di sangue cioè il paziente rimane libero di mangiare e bere secondo le abitudini.
Il valore di emoglobina glicata viene utilizzato sia per eseguire una diagnosi di diabete sia nel soggetto diabetico per valutare eventuali rischi di complicanze o l'efficacia di un farmaco.
Si consiglia di eseguire questo test 2 volte all'anno.

Il valore viene espresso in percentuale. Il valore normale di emoglobina-glicata è compreso tre 4 e 5-6%. Nel diabetico si cerca di mantenere i livelli a 6-6,5% (mai oltre 7%).

% EMOGLOBINA GLICATA VALORI MEDI DI GLICEMIA
6% 135mg/dl
7% 170mg/dl
8% 205mg/dl
9% 240mg/dl
10% 275mg/dl
11% 310mg/dl


Tanto più alta è la percentuale di emoglobina glicata e tanto maggiore è la probabilità di sviluppare complicanze del diabete e di aggravare quelle già esistenti.

Glicemia

Per GLICEMIA si intende la concentrazione di glucosio nel sangue.
È possibile controllarne il valore direttamente in farmacia prelevando una goccia di sangue da un polpastrello.
La DURATA dell'esame è di qualche minuto e la risposta è immediata.
È consigliato eseguire il prelievo il mattino a DIGIUNO, anche se, in casi particolari, il medico può richiedere il valore di GLICEMIA POST-PRANDIALE, ossia la misurazione del glucosio nel sangue a circa 2 ore dal pasto.
I VALORI della glicemia non sono costanti nel tempo, perché dipendono dall'assunzione e dalla tipologia del cibo ingerito.
A digiuno sono considerati normali livelli compresi tra 65 e 110 mg/dl; valori superiori a 110-125 mg/dl indicano una modesta alterazione, da tenere sotto controllo; infine esiti superiori a 126mg/dl riscontrati ripetutamente possono essere sintomo di DIABETE MELLITO.
I valori della glicemia post-prandiale ritenuti normali, possono oscillare tra i 130 e i 160 mg/dl.
La concentrazione di glucosio nel sangue è regolata da complessi meccanismi a carico del FEGATO, dei TESSUTI PERIFERICI e di alcuni ORMONI.
Una dieta sana, equilibrata, con una corretta ripartizione dei macronutrienti (carboidrati: minimo 45%; proteine: minimo 15%; grassi: minimo 25%; il restante 15% deve essere personalizzato in base al grado di sedentarietà del soggetto) associata ad una moderata attività fisica, alla riduzione di fumo e di alcolici, contribuisce a mantenere entro i limiti i valori di glicemia e a migliorare le condizioni di vita.

Profilo lipidico completo

In farmacia è possibile eseguire con un unico prelievo di sangue capillare, il PROFILO LIPIDICO, ossia la valutazione della quantità di grassi presenti nel sangue. In particolare vengono determinati i livelli di colesterolo totale, di colesterolo-HDL, dei Trigliceridi e del colesterolo-LDL. Quest’ultimo, più noto come “colesterolo cattivo”, deve il suo nome alla capacità di depositarsi alle pareti dei principali vasi arteriosi, dando origine a “placche” che ne riducono l'elasticità ed il lume.
Quest’esame è particolarmente importante perché permette di valutare il RISCHIO CARDIOVASCOLARE: la possibilità cioè che, in base ai valori di LDL riscontrati, oltre che all’età, al sesso, alle abitudini alimentari e al tenore di vita, il paziente possa incorrere a patologie a carico del sistema cardio-circolatorio (problemi di fluidità del sangue, danni circolatori, manifestazioni arterio-sclerotiche, ipertensione, problemi cardiaci).
I valori di LDL-COLESTEROLO desiderabili nei soggetti sani devono essere inferiori a 130 mg/mg.

Valori ideali Colesterolo LDL

mg/dL mmol/L Interpretazione
<70 <1.8 Valori ottimali per persone ad alto rischio cardiovascolare
<100 <2.6 Valori ottimali per persone a medio rischio cardiovascolare
100 - 129 2.6 - 3.3 Colesterolo LDL ottimale per persone sane
130 - 159 3.3 - 4.1 Colesterolo LDL vicino ai valori limite che delineano l'eccesso
160 - 189 4.1 - 4.9 Colesterolo LDL elevato
>190 >4.9 Colesterolo LDL molto elevato

I risultati delle singole analisi e del rischio cardiovascolare vengono forniti dopo circa 5 minuti dal prelievo. L’esame prevede anche la determinazione della GLICEMIA, ossia la concentrazione di glucosio nel sangue,
Consigliamo di presentarsi a DIGIUNO.

Test per la rilevazione di intolleranze alimentari

Presso la nostra Farmacia si esegue una ricerca su possibili intolleranze ad alimenti.
Sono sufficienti poche gocce di SANGUE CAPILLARE prelevato da un polpastrello.
Non sono richieste condizioni particolari.
La RISPOSTA è disponibile il giorno successivo.
Abbiamo a disposizione 2 differenti test che forniscono indicazioni relative alle intolleranze a 59 alimenti o 12 alimenti.
L’INTOLLERANZA ALIMENTARE è una reazione anomala dell’organismo verso particolari cibi, di cui sono ancora poco note le cause. Non si può parlare di allergia, dal momento che l’intolleranza non coinvolge il sistema immunitario quanto, piuttosto, quello metabolico. In pratica la persona che presenta una specifica intolleranza verso un alimento non è in grado di digerirlo e assimilarlo in maniera corretta, ma ciò non comporta reazioni da parte del sistema immunitario.
Questo non significa che l’intolleranza alimentare sia da sottovalutare; al contrario l’impossibilità per il nostro organismo di assorbire un cibo, può causare sintomi significativi come dolori addominali, gonfiore, colite, gastrite, stipsi, diarrea, prurito, eczemi, crampi, sinusite.
Le intolleranze alimentari possono essere di tipo:

  • FARMACOLOGICO quando derivano da sostanze presenti in farmaci o alimenti (come la caffeina presente nel tè o nel caffè con sintomi quali palpitazioni ed acidità gastrica);
  • METABOLICO quando derivano da carenza di alcuni enzimi che metabolizzano alcune sostanze (per esempio l’enzima lattasi impiegato nel metabolismo del lattosio, lo zucchero del latte: si possono manifestare sintomi come tensione addominale e diarrea);
  • DA ADDITIVI CHIMICI quando sono provocate da alcune sostanze presenti nei cibi per favorirne la conservazione, dolcificarli, esaltarne la sapidità, migliorarne le caratteristiche organolettiche; sintomi classici sono nausea, emicrania, dolori addominali e problemi respiratori.

Conoscere gli alimenti non tollerati dal paziente offre l’opportunità di impostare una dieta varia e personalizzata, in modo da eliminare i disturbi ed evitare l’insorgenza di nuove intolleranze; nella pratica i risultati ottenuti consentono una correzione di abitudini alimentari inadeguate, permettendo la prevenzione e la cura di numerosi disturbi.

Transaminasi

Il controllo delle transaminasi può essere eseguito su una goccia di sangue prelevata da un polpastrello. Il tempo necessario per ciascuna analisi è di qualche minuto.
È richiesto il DIGIUNO almeno da 8-12 ore e la sospensione dall'assunzione di alcool 24 ore prima.
Le TRANSAMINASI sono degli enzimi, delle sostanze cioè che, nel nostro organismo, accelerano alcune importanti reazioni. Sono ubiquitarie, ma si trovano in maggior concentrazione nelle cellule del FEGATO, nel MUSCOLO SCHELETRICO, nel PANCREAS e nel CUORE. Quando le cellule di questi organi sono danneggiate, si rompono, le transaminasi si riversano nel sangue e la loro concentrazione aumenta. Ecco perché, quando il valore delle transaminasi risulta alterato, si possono sospettare problemi a carico del fegato, dei muscoli, del pancreas o del cuore.
Nel sangue sono presenti 2 tipi di transaminasi: le GOT (glutammico-ossalacetico-transaminasi dette anche AST ossia aspartato-amino-transferasi) e le GPT (glutammico-piruvico-transaminasi o ALT ossia alanino-amino-transferasi); tuttavia spesso si raggruppano tra le “transaminasi” anche altri enzimi analoghi, considerati altrettanto importanti indici di alterazioni epato-biliari: il GAMMA-GT (gamma-glutamil-transpeptidasi), l'FA o ALP (fosfatasi alcalina), l'LDH (lattico deidrogenasi).
In condizioni normali GOT e GTP sono presenti in circolo a livelli molto bassi (inferiori alle 40U/l), ed è leggermente prevalente la prima rispetto alla seconda.
Incrementi modesti ed occasionali non devono porre in allarme, dal momento che possono essere legati ad eccessi alimentari o di alcool, utilizzo di farmaci, infezioni ecc.
Generalmente un incremento di ENTRAMBE le transaminasi è un indice di un danno a carico del fegato (per esempio un'epatite o la cirrosi o una comune steatosi quella che comunemente viene chiamata “fegato grasso”). Un aumento isolato della sola GOT può essere espressione invece di un danno muscolare o del cuore (come nel caso dell'infarto).
Ciò che, al contrario, deve spingere ad eseguire ulteriori esami è o un aumento improvviso ed importante delle transaminasi (ad esempio il doppio dei valori normali massimi) soprattutto se associato a sintomi quali dolore, nausea, vomito, o un aumento cronico, cioè presente e persistente da molto tempo.
La GAMMA-GT può subire un aumento improvviso in concomitanza con l'assunzione di alcool o alcuni farmaci, o in corso di alcune malattie delle vie biliari o del pancreas (pancreatiti). Quando invece l'incremento si mantiene stabilmente alto, specie se associato a sintomi quali dolori al fegato, difficoltà digestive o colorito giallastro, è bene approfondire con ulteriori esami.

Valori normali sono considerati negli UOMINI: 7-33U/T e nelle DONNE 4/18 U/T

Trigliceridi

I TRIGLICERIDI sono i grassi preponderanti sia nell'alimentazione che nel sangue. Il valore della trigliceridemia, cioè di trigliceridi nel sangue, può essere rilevabile in farmacia con un semplice prelievo di sangue capillare da un polpastrello;
Il RISULTATO si ottiene in pochi minuti.
E’ importante  eseguire il prelievo a DIGIUNO; i valori infatti sono influenzati dalla dieta, oltre che dal sesso, dall'età e dalla metodica di esecuzione dell'esame e possono variare fra 40 e 150-170 mg/dl. Prima del prelievo si consiglia di evitare il consumo di alcolici per 24 ore e di cibo per 12 ore (si dovrebbe assumere solo acqua); l'ultimo pasto prima del prelievo dovrà essere piuttosto leggero onde evitare un risultato sfalsato verso l'alto.
È inoltre importante informare il farmacista riguardo l'uso di farmaci o sostanze che possono alterare i risultati sia verso l'alto (colestiramina, cortisonici, estrogeni, furosemide, miconazolo) che verso il basso (clofibrati, eparina, niacina, vit C, anabolizzanti). L'esame va ripetuto nel caso in cui i valori riscontrati siano troppo elevati rispetto alla norma; in tale evenienza si dovrà osservare il digiuno di 15 ore.
Le principali PATOLOGIE che ne determinano un aumento dei valori sono: alcolismo cronico con fegato grasso, diabete mellito, epatite virale, infarto miocardico, iperlipemia familiare, iper o ipo-tiroidismo, ostruzione biliare, uremia. Quelle che invece ne determinano una diminuzione sono l'insufficienza epatica, l'iperparatiroidismo, l'ipertiroidismo.
Una dieta troppo ricca in carboidrati e lipidi associato ad una scarsa attività fisica e ai fattori predisponenti come quelli citati, possono comportare livelli elevati di trigliceridemia.
Quando i valori di trigliceridi nel sangue superano il range di normalità vengono considerati un fattore di rischio per incidenti di tipo cardiovascolare (angina, aterosclerosi, infarto, ictus...).
Valori di trigliceridi fra 151 e 199mg/dl sono considerati leggermente alti e il rischio in questo caso è lieve; valori compresi fra 200 e 500mg/dl son considerati alti e conseguentemente vi è un discreto aumento del rischio; oltre i 500mg/dl il rischio di incidente cardiovascolare è elevato.

Ricerca dell'Helicobacter Pylori

Presso la nostra Farmacia è possibile eseguire un test SEMPLICE e AFFIDABILE che rileva la presenza di anticorpi anti-Helicobacter Pylori da un campione di sangue capillare.
Basta 1 sola goccia prelevata da un polpastrello. Non è richiesto il digiuno ed il RISULTATO è disponibile dopo 5-10 minuti.
L'Helicobacter pylori, è un batterio Gram-negativo in grado di colonizzare la mucosa dello stomaco: la conseguente infezione crea uno stato infiammatorio che può predisporre a patologie quali gastrite cronica, dispepsia, ulcera peptica e cancro allo stomaco. Il nome deriva dalla forma ad elica, mentre il “piloro” è il tratto terminale dello stomaco che si congiunge con l'intestino tenue.
Nonostante l'ambiente dello stomaco impedisca lo sviluppo della stragrande maggioranza dei microbi, l'Helicobacter pylori ha sviluppato diverse strategie di sopravvivenza, al punto da riuscire ad infettare oltre il 50% della popolazione mondiale, per lo più comunque in modo non grave e in forma asintomatica. In assenza di un'efficace terapia antimicrobica, dopo essere stata contratta, l'infezione da Helicobacter può persistere anche per l'intero corso della vita.
La POSITIVITÀ del test indica che nel nostro organismo sono presenti anticorpi generati probabilmente in seguito ad un’infezione in corso o precedente da Helicobacter. Per la DIAGNOSI definitiva e il relativo trattamento, occorre rivolgersi al medico. Consigliamo comunque, in tal caso, di far eseguire il test o accertamenti specifici anche ai familiari.
La NEGATIVITÀ del test indica, chiaramente, un'assenza di anticorpi anti: Helicobacter Pylori; può essere praticamente esclusa la possibilità di un'infezione in corso. Se sono presenti sintomi gastrointestinali, sono necessari accertamenti medici.

Test per la ricerca di infezioni urinarie

Presso la nostra Farmacia è possibile acquistare un test autodiagnostico, preciso e semplice da usare, per la ricerca di possibili infezioni alle vie urinarie.
Si esegue su un campione di urina fresco e il tempo necessario per l’analisi è di qualche minuto.
La confezione contiene 2 test.
Le infezioni alle vie urinarie (cistiti e prostatiti) rappresentano una delle problematiche più diffuse e recidivanti; incidono con diversa frequenza nei due sessi e nelle diverse età della vita. Possono essere accompagnate da bruciori durante la minzione, soprattutto verso la fine, pollachiuria (bisogno frequente e impellente di urinare), tensione addominale ed urine torbide.
Le cause possono essere molteplici: l’attività sessuale, la scarsa igiene, la menopausa, la gravidanza, la presenza di calcolosi renali o di malattie come il diabete, le modificazioni della flora vaginale, l’utilizzo di cateteri…
Bere molto, svuotare la vescica regolarmente e un’accurata pulizia e minzione nelle donne dopo il coito, sono alcuni consigli utili per la prevenzione.
Individuare la presenza di possibili infezioni urinarie, in modo rapido ed attendibile, dunque, permette di ricorrere in tempo alle cure mediche e alla prevenzione di episodi futuri.
L’utilizzo di questo test preciso, pratico e attendibile, permette di risolvere in breve una forma tanto fastidiosa e a volte dolorosa.

Analisi acqua e alimenti

La nostra Farmacia esegue un servizio di ANALISI CHIMICHE certificate su acqua, alimenti, aria e terreno per conoscerne la composizione, valutarne la qualità o l’assenza di contaminanti ed, eventualmente, verificarne il rispetto per l’ambiente.
Analizzare l’ACQUA, è importante per essere certi che l’elemento utilizzato quotidianamente per preparare alimenti, bere, lavarci, sia puro e non contenga sostanze potenzialmente dannose per la salute.
È così possibile conoscerne oltre alla composizione, l’eventuale presenza di CLORO, di BATTERI, il RESIDUO FISSO, la DUREZZA e altro. Può essere utile anche per valutare il funzionamento di ADDOLCITORI o DEPURATORI, o testare le acque presenti in una piscina, in un acquario, in una sorgente, in un pozzo.
Possiamo effettuare anche analisi di vari ALIMENTI come, per esempio, il VINO, l’OLIO, il MIELE, il LATTE, il PESCE: conoscerne la composizione qualitativa, quantitativa e le caratteristiche organolettiche, può essere utile sia chi produce o vende alimenti e vuole accompagnare i propri prodotti ad un CERTIFICATO DI QUALITÀ, sia a chi vuole essere informato su ciò che mangia.
Verificare l’assenza di BATTERI, come la Salmonella o il Botulino, può essere fondamentale, inoltre, per scongiurare possibili infezioni da contaminazioni alimentari.
Testare il LATTE MATERNO, può rendersi necessario per avere la certezza che contenga tutti i fattori nutritivi necessari per la crescita del bambino.
L’analisi di un TERRENO, può essere necessaria per scegliere la tipologia di coltivazione o la concimazione più idonea, oltre che saggiare la presenza di eventuali inquinanti.
Grazie a test specifici è possibile individuare anche la presenza di sostanze potenzialmente ALLERGIZZANTI per alcune persone, come ACARI, GLUTINE, LATTOSIO, ANIDRIDE SOLFOROSA su materiali o alimenti.
Oppure ancora, si può testare la presenza di AMIANTO, BENZINE, PCB, RADIOATTIVITÀ o altre sostanze tossiche presenti nell’ambiente.
Per eseguire l’analisi è sufficiente rivolgersi in farmacia: vi forniremo le MODALITÀ di PRELIEVO della sostanza da testare e l’apposito CONTENITORE dove inserirne un campione.
Il RISULTATO del test (certificato dal laboratorio chimico) vi verrà consegnato dopo circa 10 giorni.
Siamo a vostra completa disposizione per un’eventuale consulenza nel caso in cui ci sia la necessità di ulteriori chiarimenti

Analisi della pelle

Grazie all'utilizzo di moderne tecnologie, siamo in grado di fornirvi un'accurata indagine dello stato di salute della vostra pelle.
Si tratta di un esame non invasivo capace di rilevare lo stato di elasticità, idratazione, tipologia e quantità di sebo, PH e discromie cutanee.
Permette quindi di fornire un consiglio cosmetico mirato e personalizzato.
L'analisi dura 10 minuti circa.
È consigliato presentarsi con la PELLE DETERSA e PRIVA DI TRUCCO.
 

Esame del capello

Eseguito per mezzo di ottiche a vari ingrandimenti, questo esame non invasivo, permette di evidenziare le cause dei più frequenti problemi legati alla bellezza ed al benessere del vostro CUOIO CAPELLUTO. Forfora, caduta dei capelli, scarsa ricrescita, secchezza, desquamazione prurito e dermatiti, sono solo alcune delle problematiche evidenziabili con questo test. Scoprirne la causa ci permetterà di offrirvi consigli personalizzati e mirati alla loro risoluzione.
La durata del test è di 10-15 minuti circa in base alle problematiche manifestate.
È preferibile presentarsi con capelli lavati da 2-3 giorni; inoltre trattamenti decoloranti, lacche o gel non alterano l'esame.
Nel corso dell'anno sono organizzate giornate dedicate alla bellezza e alla salute dei capelli, nel corso delle quali viene effettuata gratuitamente l'analisi.

Foratura dei lobi delle orecchie

La foratura dell'orecchio per accogliere monili è un'usanza antica e molto diffusa, che interessa oltre il 90% della popolazione femminile.
Il costume di praticare il “foretto” all'orecchio per accogliere gioielli ornamentali è un rito pressoché familiare, che procede dalle mamme verso le loro bambine, dalle nonne verso le nipotine, caricandosi di valori emotivi e talvolta iniziatici. È importante quindi che resti nella memoria come una tappa importante della propria vita. Un servizio di foratura auricolare reso responsabilmente e con professionalità sarà certamente garanzia di un ricordo piacevole e simpatico.
La foratura auricolare è eseguita presso la nostra farmacia in LOCALI igienicamente controllati e con SISTEMI MONOUSO a CAPSULA: gli orecchini foralobi sono custoditi cioè in cassette sterili, monouso e igienicamente protette che vengono caricate all'interno di un dispositivo a pistola. Si tratta di un sistema d'avanguardia, sicuro pratico e veloce, che non espone al sanguinamento evitando così problematiche sanitarie quali infezioni ed infiammazioni. Gli orecchini sono in PLASTICA MEDICA 0% NICHEL, per evitare l'insorgenza di fastidiose e durature allergie al nichel, che purtroppo si manifestano frequentemente a causa di forature eseguite non correttamente e con materiali inadatti. Infatti il nichel è presente in tutti i metalli, anche nell'oro e nell'argento: questi materiali a contatto con il foro in via di guarigione possono facilmente dimostrarsi allergizzanti oltre a creare fastidiosi eczemi e dermatiti più o meno duraturi.
I MINORI di 18 anni devono essere accompagnati da un genitore.
Prima della foratura è necessario compilare e firmare un MODULO PER IL CONSENSO e REGISTRAZIONE DEGLI INTERVENTI.
Al cliente verrà rilasciata un'INFORMATIVA con le istruzioni da seguire nei giorni immediatamente successivi alla foratura.
Il foro viene praticato SOLO nel LOBO e non nelle CARTILAGINI dell'orecchio o in altre parti del corpo.

Misurazione pressione arteriosa

Controllare la PRESSIONE non è solo una delle più importanti forme di PREVENZIONE, ma ci aiuta anche a migliorare la qualità della vita.

Nella nostra Farmacia è possibile eseguire la misurazione della pressione, senza obbligo di prenotazione.

Abbiamo a disposizione una serie di apparecchiature, in grado di rilevare i valori pressori anche in caso di alterazione del ritmo cardiaco.

La pressione arteriosa è l’espressione della forza con cui il sangue viene spinto dal cuore ai vari distretti dell’organismo. Dipende dalla quantità di sangue pompata dal cuore ad ogni contrazione e dalle resistenze che si oppongono al suo libero scorrere nei vasi sanguigni. La pressione si misura in millimetri di mercurio (mmg), ed il suo valore è espresso con due “numeri”:

  • la PRESSIONE ARTERIOSA SISTOLICA (la cosiddetta PRESSIONE MASSIMA), che si misura al momento in cui il cuore si contrae e pompa il sangue alle arterie;
  • la PRESSIONE ARTERIOSA DIASTOLICA (la cosiddetta PRESSIONE MINIMA), che si misura tra due contrazioni, mentre il cuore si rilassa e si riempie di sangue.
  • Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), la pressione sistolica “desiderabile” non deve superare i 120 mmg e la diastolica gli 80 mmg.


La seguente tabella evidenzia, a seconda dei valori pressori, il grado di ipoertensione:

  Normale/Alta Ipertensione di Grado 1 (lieve) Sottogruppo borderline
Sistolica (mmHg) 130-139 140-159 140-149
Diastolica (mmHg) 85-89 90-99 90-94
Ipertensione di Grado 2 (moderata) Ipertensione di Grado 3 (grave) Ipertensione di Grado 1 (lieve) Sottogruppo borderline
140-149 160-179 >140 140-149
90-94 < 100-109 <90 <90


Le volte in cui compaiono alcuni sintomi attribuibili a sbalzi pressori come MAL DI TESTA, RONZIO AURICOLARE, DISTURBI VISIVI, SENSO DI VUOTO ALLA TESTA, INSTABILITA’, VERTIGINE, MALESSERE con DIFFICOLTA’ di CONCENTRAZIONE e di MEMORIA, ARROSSAMENTO del VISO, PALPITAZIONI, SANGUE DA NASO, OCCHI ARROSSATI.

Non sempre è possibile riscontrare una causa vera e propria all’ipertensione (IPERTENSIONE ESSENZIALE o PRIMITIVA); alcune volte si può manifestare in corso di alcune patologie a carico dei reni, del sistema endocrino, congenite...

E’ essenziale comunque evidenziarla ed eventualmente trattarla farmacologicamente ai fini di evitare il rischio di INFARTO, ICTUS, INSUFFICIENZA RENALE o DANNI ALLA VISTA.

Per mantenere la pressione arteriosa a valori ottimali è importante mantenere abitudini di vita corrette, quali:

  • avere un’ ALIMENTAZIONE SANA, privilegiando l’utilizzo di frutta e verdura e limitando il consumo di sale e caffè;
  • praticare regolarmente attività sportiva;
  • non fumare;
  • tenere sotto controllo il PESO;
  • ridurre per quanto possibile le situazioni di stress e cercare di rilassarsi.